Pinacoteca di Brera-

Sito della Pinacoteca di Brera-Arturo Martini: il genio della scultura del Novecento




[ Torna su ]

Arturo Martini: il genio della scultura del Novecento

Una giornata di studi e di nuovi contributi

Ofelia

lunedì 19 maggio, ore 9.30 - 18
Sala della Passione

La Pinacoteca di Brera ha acquisito l'Ofelia di Arturo Martini (1922).

Si arricchisce grandemente in questo modo la conoscenza che il visitatore avrà del maggiore scultore italiano del Novecento attraverso le collezioni del museo, dove già sono esposte opere capitali come il Bevitore e l'altra Ofelia (nota anche come La giovinetta morta o La tomba di giovinetta).


La rilevanza di tale accrescimento spinge, ovviamente, a riconsiderare il percorso espositivo delle collezioni del Novecento nel loro complesso per comunicare al meglio, dal punto di vista storico, la cultura artistica del periodo.

La necessità di approfondire il ruolo di Martini nell'arte italiana del secolo passato e il suo rapporto cruciale con Milano, ha spinto ad accettare con entusiasmo l'aiuto determinante offerto dall'Associazione Amici di Arturo Martini e dal suo Presidente Claudia Gian Ferrari, per organizzare una giornata di studio sullo scultore. Partecipano a questo incontro i maggiori studiosi italiani e stranieri dell'artista.


Oltre ai problemi storici e critici, non sono trascurate alcune questioni relative alla tecnica esecutiva dello scultore, questioni rilevantissime per chi si ponga il problema del corretto restauro e della manutenzione delle opere martiniane.

Con questa iniziativa si vuole dimostrare che il museo può, e deve, divenire luogo non solo di conservazione ma anche di elaborazione storica e tecnica e che può stimolare quelle discussioni e quegli studi che rendono un'acquisizione, come questa Ofelia, un necessario e proficuo investimento culturale.

Immagine
Arturo Martini
Ofelia



[ Torna su ]