Pinacoteca di Brera-

Sito della Pinacoteca di Brera-Home Page




[ Torna su ]

ANDREA CARINI - I colori di Pascali. Tecnica esecutiva e problemi conservativi nelle opere dipinte

Pino Pascali, una delle personalità più significative del panorama artistico degli anni sessanta, è una guida ideale per un percorso attraverso i principali problemi di conservazione e restauro posti dall'arte contemporanea...

L’artista infatti, nel suo breve periodo di attività, ha realizzato alcune serie di opere collegate da una coerenza espressiva e poetica, ma non morfologica e tecnica, utilizzando variamente materiali o modalità tradizionali, materiali organici naturali, oggetti seriali industriali, fino alla documentazione video di performance. È quindi necessario mettere a punto attentamente, caso per caso, l’adeguato progetto conservativo e l’eventuale intervento di restauro.
Nel procedimento esecutivo che caratterizza le opere dipinte le forme tridimensionali, che richiamano di volta in volta la figura femminile, il mondo animale o altre immagini simboliche o archetipiche, sono costruite mediante strutture lignee ricoperte di tela di cotone, spugne, tappeti sintetici, oppure ottenute tramite l’assemblaggio di materiali plastici di scarto. Successivamente l’artista realizza la “finitura”, mediante l’applicazione di adesivi e vernici colorate di origine sintetica, applicate a pennello o nebulizzate.
Una rassegna dei materiali impiegati da Pascali nelle sue opere pittoriche, dei problemi di degrado che questi pongono e di alcune scelte conservative messe in opera, consente di mettere a fuoco alcuni dei principali problemi di conservazione dei dipinti contemporanei realizzati con leganti sintetici.


Per inviare una domanda o un commento è obbligatorio compilare tutti i campi del modulo sottostante.

 

[ Torna su ]