Pinacoteca di Brera-

Sito della Pinacoteca di Brera-Home Page




[ Torna su ]

ANNA CISTERNINO-LUCIANA TOZZI - Il degrado della gommapiuma.

Il maturato interesse per le tematiche inerenti alla conservazione, alla tutela ed al degrado delle opere d'arte dell'ultimo secolo, realizzate mediante l'impiego delle più varie materie plastiche, ha evidenziato la presenza di numerose problematiche di carattere storico, scientifico, tecnologico e tecnico non ancora del tutto approfondite...

immagine per ANNA CISTERNINO-LUCIANA TOZZI - Il degrado  della gommapiuma.

Tra gli autori che sperimentano i materiali prodotti dall’industria dei polimeri Giulio Turcato si distingue per una serie di opere eseguite su pannelli di gommapiuma. Tra queste realizzazioni l’opera di grandi dimensioni (156x398) “Superficie Lunare (Composizione)” eseguita prima del 1966, di proprietà della Galleria Nazionale d’arte Moderna e Contemporanea di Roma, degradata progressivamente nell’arco di 40 anni, presenta profonde lacerazioni che corrono lungo l’intera superficie seguendo le discontinuità del materiale.
I rapidi fenomeni di degrado della gommapiuma ed il suo utilizzo non convenzionale come materiale artistico comportano la necessità di elaborare un progetto di restauro supportato, nelle sue diverse fasi, da indagini diagnostiche, per determinare la natura chimico fisica del poliuretano, dei pigmenti e dei leganti e lo stato conservazione dei vari elementi.
I risultati di queste indagini sono indispensabili per scegliere i materiali e le tecniche da impiegare nella successiva fase di restauro e conservazione, in modo da garantire la fruibilità dell’opera e ritardare la ricomparsa delle medesime problematiche.

Per inviare una domanda o un commento è obbligatorio compilare tutti i campi del modulo sottostante.

 

[ Torna su ]